bampalermo | Arcipelago Palmira
15636
event-template-default,single,single-event,postid-15636,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Arcipelago Palmira

17 febbraio 2017 - 10:00
Arcipelago Palmira

Palmyre entre constructions et destructions

Maria Concetta Di Natale, direttore Dipartimento Cultura e Società Università degli Studi di Palermo (Italia)

Mario Zito, direttore Accademia di Belle Arti di Palermo (Italia)

Introduce: Gianfranco Marrone, saggista e scrittore, Università degli Studi di Palermo (Italia)

Manar Hammad, architetto e archeologo (Francia-Libano)

A cura del Museo Internazionale delle Marionette A. Pasqualino

 

I Colloquia della Biennale Arte Mediterraneo si articolano su quattro sezioni che con un approccio multidisciplinare affrontano i diversi nuclei tematici del Racconto, dell’Europa, del Patrimonio e dell’Arte. Nonostante la difficoltà di offrire una definizione unitaria di Mediterraneo, è risaputo che i popoli che lo abitano, condividono miti, divinità, profeti, leggende e racconti popolari. Si può quindi pensare che il Mediterraneo sia composto da sfumature diverse che simbolicamente corrispondono, fra l’altro, ai suoi suoli e alle coltivazioni che li caratterizzano, alle lingue che vi vengono parlate, alle religioni professate e alle politiche praticate. Tutti questi elementi e altri ancora contribuiscono alla composizione del “colore” della cultura mediterranea; che ha dato origine alle tre maggiori religioni monoteistiche, i cui punti di contatto sono tanto numerosi quanto gli scontri a cui hanno dato vita.  I contributi presentati ai Colloquia si confrontano sul Mediterraneo da punti d’osservazione diversi che partono dalla filosofia, dall’antropologia, dalla linguistica, dall’esperienza di pratica artistica per provare a tracciarne la complessità del presente.  

Ingresso libero.