bampalermo | Arcipelago Patrimonio
15648
event-template-default,single,single-event,postid-15648,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Arcipelago Patrimonio

9 marzo 2017 - 17:00
Arcipelago Patrimonio

A cura del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
Modera: Roberto Albergoni, segretario Generale Herimed (Italia).

Alessandro Goppion, CEO di Goppion s.p.a.(Italia)
Gianni Puglisi, presidente Emerito Fondazione Sicilia (Italia).
Filipe Themudo Barata, vice-direttore CIDEHUS, Università di Evora – Unesco Chair Intangible Heritage (Portogallo).
Carlo Bianchini, direttore Dipartimento di Storia Disegno e Restauro dell’Architettura, Università degli studi di Roma La Sapienza (Italia).

 

 

Le riflessioni sulle identità, sul valore della diversità culturale, dell’uguale dignità delle culture e la necessità di preservarle attraverso una capillare diffusione del rispetto e comprensione reciproci, sono alla base delle politiche europee, seppur tra tante contraddizioni, e oggi più che mai rivestono particolare rilievo in Italia e in Sicilia, da sempre crocevia di popoli e culture diversi e terra attraversata da imponenti flussi migratori. Il patrimonio culturale, materiale e immateriale, della nostra nazione e della Sicilia testimonia il complesso rapporto tra identità e Storie che si sono avvicendate nel corso dei secoli e pone quesiti importanti sulle modalità di conservazione, catalogazione, e restauro dei beni; sulle strategie di promozione, valorizzazione e trasmissione; sull’incontro tra politiche di rilancio economico, sviluppo sostenibile e turismo culturale.

 

Gianni Puglisi è Presidente Emerito della Fondazione Sicilia. Ex banchiere, professore universitario, Rettore della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano e dell’Università degli Studi di Enna “Kore”. Inoltre, dal 2004 al 2016 è stato Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. Da sempre impegnato in politica, ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali tra cui consulente della Regione Siciliana per i Beni culturali, l’università e la ricerca. Tra gli incarichi ricoperti: Presidente della commissione per la Promozione della Cultura Italiana all’Estero del Ministero degli Esteri; Presidente del Teatro Biondo e della Società Siciliana per la Storia Patria; membro del Consiglio di Amministrazione dell’Enciclopedia Treccani. Tra gli incarichi in ambito economico-finanziario, dal 2005 al 2016 la presidenza della Fondazione Sicilia.

 

Alessandro Goppion è CEO di Goppion S.p.a. Formatosi tra università (studi in Storia delle idee e Storia del pensiero politico con Carlo Pincin all’Università di Milano), e botteghe (al fianco del maestro meccanico Piero Pagani), inizia ben presto a concentrarsi sull’exhibition design per le istituzioni museali e partecipa alla creazione di progetti importanti per la tutela e la promozione del patrimonio culturale. Collabora a lungo con l’Istituto Centrale del Restauro e con l’Opificio delle Pietre Dure prestando particolare attenzione all’allestimento delle vetrine espositive. Dopo la morte del padre, gli subentra nell’amministrazione, avviando un processo d’internazionalizzazione che la rende un punto di riferimento per la museum industry nel mondo. Collabora con la Scuola Normale Superiore di Pisa.

 

Filipe Themudo Barata è Vicedirettore CIDHEUS, Università di Evora, UNESCO Chair Itangible Heritage (Portogallo). Professore presso l’Università di Évora dal 2004, i suoi campi d’interesse sono la Storia (soprattutto medievale), il patrimonio e la museologia. Ex membro del Comitato Direttivo del Master in Museologia, ricopre numerosi incarichi tra cui: membro del Comitato scientifico e didattico dell’Erasmus Mundus Master TPTI (“Techniques, Patrimoine, Territoires de l’Industrie”); membro del Comitato direttivo di HERIMED; Vicedirettore di CIDEHUS, Centro di ricerca dell’Università di Évora. Ha diretto numerosi progetti inerenti il patrimonio immateriale. Tra le sue pubblicazioni: Patrimoine Immatériel. Base de Données et Organisation Sémantique. Mémoire descriptive, Património Cultural (Sete Caminhos, 2008) e insieme as Ana Carvalho Le Patrimoine Culturel Immatériel au Portugal. Questions d’aujourd’hui et défis de demain, Património Cultural (Sete Caminhos, 2008).

 

Carlo Bianchini insegna Scienza della Rappresentazione e Rilievo dell’Architettura all’Università di Roma La Sapienza dove è anche Direttore del Dipartimento di Storia, Disegna e Restauro. La sua attività di ricerca abbraccia trasversalmente diversi temi del Disegno. Ha preso parte a numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali accreditandosi come esperto nel settore del Patrimonio Culturale materiale e immateriale. Tra i più recenti il progetto ATHENA (2009-2013, Programma UE Euromed Cultural Heritage IV) e la 500 Challenge Initiative promossa dalla CyArk Foudation. Autore di più di 70 pubblicazioni, fa parte del comitato scientifico delle riviste “Disegnare, Idee, Immagini” e “SCIRES-IT”. È membro dello Steering Committee dell’Associazione Herimed (accreditata presso l’Unesco come advisor per il patrimonio immateriale) e vice-presidente dell’ASSIRCO.

 

Roberto Albergoni, Segretario Generale Herimed. Dal 2000 al 2006 è stato Vicedirettore di UNIMED, Associazione di Università della regione euro-mediterranea. Ha diretto numerosi progetti e iniziative nell’ambito del patrimonio culturale, sia materiale sia immateriale, e dello sviluppo sostenibile.

 

www.museodellemarionette.it