bampalermo | CONFERENZA INTERNAZIONALE: EUROPE FOR THE MANY
16920
event-template-default,single,single-event,postid-16920,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

CONFERENZA INTERNAZIONALE: EUROPE FOR THE MANY

8 Novembre 2019 - 9:00-19:00
CONFERENZA INTERNAZIONALE: EUROPE FOR THE MANY

by Transeuropa

 

 

La seconda conferenza Europa per molti mira a definire una visione e una strategia per la trasformazione democratica dell’Europa affinché diventi sia ecologicamente responsabile che socialmente giusto, e quindi veramente ospitale. Avendo luogo esattamente 30 anni dopo l’8 novembre 1989, la caduta del muro di Berlino e riunendo attivisti, politici e intellettuali da tutto il continente, la conferenza seguirà alcune delle faglie nella nuova geografia politica dell’Europa e chiederà come i confini e le pause possono essere superate per creare un nuovo movimento per il cambiamento.

 

 

Partners: London School of Economics (Conflict and civil society unit), Another Europe is Possible, European Alternatives, Europe’s Future’s Program of IWM, ERSTE Stiftung, Green European Journal, Heinrich Böll Stiftung, University of Palermo, City of Palermo.

 

 

AGENDA

 

 

9.00: Benvenuto da Fabrizio Micari, rettore dell’UNIPA

9.15 – 9.30 Introduzione: Hedvig Morvai (ERSTE Stiftung) e Daphne Buellesbach (European Alternatives)

09.30 – 12.00 Fine del mese o fine del mondo? Come combattere l’ingiustizia sociale e salvare il pianeta allo stesso tempo?

Partecipano: Ann Pettifor (auttrice di For a Green New Deal), Philippe Pochet (ETUI), Anna Cavazzini (europarlamentare), Marco Cappato (EUmans association), Suzana Carp (Sandbag), Shalini Randeria (IWM) Bernd Marin (Europe’s Futures Fellow IWM).

Moderazione: Niccolò Milanese (European Alternatives).

 

12.30 – 13.30 Oltre le mura cittadine: il municipalismo come metodo di cambiamento globale

 

Partecipano: Leoluca Orlando (sindaco di Palermo), Tunc Soyer (sindaco di Smirne)

 

Moderazione: Lorenzo Marsili (European Alternatives)

 

14.30 – 16.00 Come può l’Europa agire al di fuori delle sue frontiere per promuovere una transizione ecologica giusta?

 

 

Partecipano: Nicole Koenig (Istituto Jacques Delors, Berlino e Fellow Futures dell’Europa), Isabelle Ioannides (Università di Vrije Bruxelles e Fellow Futures dell’Europa), Alvaro Vasconcelos (Università di Coimbra, Portogallo), Rosa Balfour (German Marshall Fund e Europe’s Futures Fellow), Alida Vracic (Think Tank Populari, Sarajevo e Europe’s Futures Fellow).

 

Moderazione: Mary Kaldor (London School of Economics)

 

16.00 – 17.30 Democratizzare l’Europa: dall’impasse intergovernativa a un nuovo equilibrio di forze transnazionale

 

Partecipano: Shanin Vallée (Consiglio tedesco delle relazioni esterne), Kalypso Nicolaidis (Università di Oxford), Leszek Jażdżdżewski (rivista Liberté, Lodz, e Europe’s Futures Fellow), Grigorij Meseznikov (Istituto per gli affari pubblici, Bratislava e Europe’s Futures Fellow), Peter Kreko (Political Capital, Budapest e Europe’s Futures Fellow).

 

Moderazione: Ivan Vejvoda (IWM)

 

17.30 – 18.00 Chiusura e lancio del report sulla Substantive Democracy

 

Partecipano: Luke Cooper (London School of Economics e Another Europe is Possible), Roch Dunin-Wasowicz (London School of Economics), Laurent Standaert (Green European Journal).

 

18.00 – 19.00 Visioni dell’Europa: Aperitivo letterario

 

Presentazione dei libri A Vision for Europe (ed. David Adler e Preethi Nallu), Exodus, Reconing, Sacrifice: Three meanings of Brexit (Kalypso Nicoloaidis), The Case for a Green New Deal (Ann Pettifor).