bampalermo | Giuseppe Lana | Crossover
17323
event-template-default,single,single-event,postid-17323,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Giuseppe Lana | Crossover

6 Novembre 2019-8 Dicembre 2019 -
Giuseppe Lana | Crossover

by Fondazione Merz

 

“Opera Outdoor”

 

La Sicilia, come molte isole, possiede specificità e contraddizioni. Giuseppe Lana in Crossover (2019) utilizza la metafora delle barriere meccaniche enfatizzando il concetto di spazio, poste l’una accanto all’atra esse formano un quadrato, con le aste abbassate delimitano uno spazio e lo racchiudono. Di contro, quando queste sono alzate, permettono il passaggio, eliminando ogni forma di confine.

 

La ripetizione meccanica e automatica delle 4 barriere crea una tensione che riaccende sempre più la questione tra apertura e chiusura, accoglienza e rifiuto; dibattito che ha sempre accompagnato la storia dell’uomo e che mai come in questi tempi è forte e presente nella società contemporanea. Le 4 barriere mobili diventano anche un ring per un complesso intreccio e scambio di idee ed opinioni come una agorà, come lo è Piazza Magione, cuore di una Palermo mutevole, intensa.