bampalermo | Driant Zeneli
17205
event-template-default,single,single-event,postid-17205,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Driant Zeneli

6 Novembre 2019-8 Dicembre 2019 -
Driant Zeneli

by Fondazione Merz

 

6 – 10.11.2019 | h. 12 – 21
12.11 – 8.12.2019 | martedì-domenica/Tuesday-Sunday h.17 – 21

 

Driant Zeneli pone al centro della propria ricerca una ridefinizione dialettica dell’idea di fallimento, utopia e sogno come elementi che aprono alternative possibili. Partendo dalla storia di suo padre nel suo film When I grow up I want to be an Artist (2007) Zeneli combina una storia personale, collettiva e politica, aggiungendo elementi come: l’ironia, il mito, il falso, l’utopia, i sogni, il tradimento e la trasformazione. Questi elementi sono presenti nelle opere più recenti cinematografiche o performative del giovane artista albanese, così come nel suo costante impegno con diverse istituzioni educative dove presenta la storia di “artisti falliti”, con l’obiettivo di includere questa ricerca nel curriculum delle scuole d’arte. Il film è usato da Zeneli per scolpire il luogo e il tempo, per giocare con l’architettura, la storia e le diverse storie che possono essere tra loro collegate.

 

Il video Too late (2008) documenta le ombre delle parole che si muovono attraverso lo schermo, è l’emblema del tempo che non si ferma mai, una nozione di tempo irrazionale, mutevole e inafferrabile e che gli esseri umani si sforzano di controllare e misurare.