bampalermo | Patrizio Di Massimo
17329
event-template-default,single,single-event,postid-17329,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Patrizio Di Massimo

6 Novembre 2019-8 Dicembre 2019 -
Patrizio Di Massimo

by Fondazione Merz

 

 

Ex-Ospedale Complesso dello Spasimo – via dello Spasimo 10

6 – 10.11.2019 | h. 12 – 21
12.11 – 8.12.2019 | martedì-domenica h.17 – 21

 

Il mare è qui, un orizzonte degli eventi, oltre il quale esiste solo la mitologia.
Il lavoro di Di Massimo con la sua appropriazione dell’immagine mette in parallelo il lavoro con la sua ricerca su autoritratti e sulla mascolinità contemporanea.

 

In August 15th in the studio (after Hippolyte Flandrin) la figura maschile – in una notte piena di cielo – è coperta da costumi da bagno da donna, una rappresentazione divertente ma commovente di solitudine e malinconia. Il dipinto è un riferimento diretto allo studio (giovane maschio nudo seduto accanto al mare), di Hippolyte Flandrin, creato nel 1835/6.

 

Il soggetto dell’opera originale è un uomo separato dal tempo e posto seduto sulle rocce del mare, una figura enigmatica.(Wilhelm von Gloeden “Caino, Taormine , Sicile “). The Bather (dopo William-Adolphe Bouguereau), imita invece la composizione dell’omonimo dipinto del 1879 di William-Adolphe Bouguereau. Su uno sfondo mediterraneo, una figura femminile è drappeggiata in indumenti intimi colorati. La composizione pittorica appropriata diventa come un oggetto su cui Di Massimo appoggia frammenti di pensieri e desideri, sezioni di emozioni incerte.